Premio Strega 2015


Cesare Pavese vincitore del Premio Strega 1950
Cesare Pavese vincitore del Premio Strega 1950

Chi vincerà secondo voi l’edizione 2015 dell’ambito Premio letterario?

Di seguito i nomi della cinquina dei finalisti, elencati, con le rispettive opere che concorrono, secondo l’ordine delle preferenze ottenute.

La finale si terrà il prossimo 2 luglio a Roma. Nel frattempo, votate e, se volete, commentate: premi in palio per tutti coloro che indovineranno il vincitore o la vincitrice!

Annunci

5 pensieri su “Premio Strega 2015

  1. Ma sai che non ho letto nessuno di questi autori? Impossibile, per me, fare un pronostico calcolato e ragionato, sarebbe come tirare ad indovinare… Conosco per “fama” la Ferrante e Lagioia, ma non ho nessuna idea del loro stile di scrittura.

    Liked by 1 persona

    1. Alessandra, hai perfettamente ragione. Tuttavia, se ci pensi, anche se tu avessi letto tutti e cinque i libri, e ti fossi fatta una tua personale opinione su ciascuno di essi, pronosticare il vincitore o la vincitrice resterebbe comunque un tirare a indovinare!
      Ad ogni modo, grazie per essere intervenuta: le tue visite sono sempre un piacere e un onore per me!

      Liked by 1 persona

      1. Naturalmente. Anche facendosi una propria idea sugli autori in gara, sulla qualità e lo stile della loro narrativa, e pure sforzandosi di andare oltre i gusti personali, che sono sempre molto condizionanti, non si può alla fine mai sapere che piega prenderà la finale. Come del resto siamo spesso anche all’oscuro delle trame che vengono ordite dietro le quinte.

        Liked by 1 persona

  2. Ahimè, anche su questo hai perfettamente ragione: c’è sempre un dietro le quinte che non possiamo conoscere, che noi spettatori non possiamo controllare con trasparenza, qualcosa che non vedremo mai salire sul palco, o che magari vedremo – troppo tardi – salire su un qualche banco degli imputati, anche se il biglietto lo abbiamo pagato, e continueremo a pagarlo sempre e comunque… (il discorso, come vedi, si è fatto MOLTO generale 🙂 )

    Mi piace

    1. A onor del vero, bisogna anche dire che il premio Strega, forse per mettere a tacere i tanti sospetti che gravano sulle premiazioni (che da molti anni fanno vincere solo i libri stampati dalle maggiori case editrici; i numeri parlano chiaro, visto che Mondadori, Einaudi e Rizzoli hanno vinto 45 premi su 68), ha introdotto da quest’anno dei cambiamenti, nel senso che il Comitato direttivo del premio ha stabilito nuove regole basate sulla pluralità (ogni giurato può votare fino a tre libri per la cinquina, non più uno solo), bibliodiversità (nella cinquina dev’essere presente anche un libro della piccola editoria, quello che ha ricevuto più voti), e accoglienza (apertura a scrittori non italiani che scrivono nella nostra lingua). E già il fatto che sia presente nella cinquina Elena Ferrante, che pubblica con una piccola casa editrice, fa sperare nella bontà di tali cambiamenti… vedremo poi cosa succederà.
      Per quanto riguarda invece lo scenario politico, le prospettive appaiono sempre più gravi e indigeste, ogni giorno salta fuori una nuova corruzione, sembra proprio che non si salvi nessuno…. Qui la speranza di cambiamenti e nuove regole appare – ahinoi – sempre più lontana nel tempo, se non addirittura un’utopia.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...